AFFRANCAZIONE PROCEDURA SEMPLIFICATA ASSEVERATA (Come delibera n. 103 del 2020 Comune di Roma)

AFFRANCAZIONE PROCEDURA SEMPLIFICATA ASSEVERATA

Per chi volesse avvalersi di questa possibilità, da oggi è possibile richiedere un preventivo gratuito e senza impegno scrivendo a [email protected].

Chi può richiederla?

  • I soggetti interessati, sia che si tratti di attuali proprietari sia di coloro che vi abbiano interesse anche se non più titolari di diritti reali sul bene immobile (proprietari ed ex-proprietari).
  • Può essere utilizzata per nuove istanze o per istanze già presentate.

In cosa consiste?

  • Il cittadino dovrà affidare l’incarico ad un Professionista abilitato che, sotto la propria personale responsabilità, redigerà apposita Relazione Tecnica Asseverata ai sensi del D.P.R. 445/2000, finalizzata a determinare il canone/corrispettivo di affrancazione rimozione del vincolo del prezzo massimo di cessione.

Perché?

  • Effettuando il calcolo in maniera autonoma tramite tecnico di fiducia, si evita la trasmissione della pratica a Risorse per Roma quindi tempi più brevi.

Come funziona in breve:

  1. Il soggetto interessato che vuole aderire alla procedura di Affrancazione Semplificata contatta un tecnico di sua fiducia (nel nostro caso è necessario scrivere a [email protected] e compilare il modulo con la richiesta di preventivo inserendo i dati richiesti, tempo per eseguire l’operazione: 3 minuti).
  2. Entro 48h riceverete un preventivo ritagliato sulle vostre esigenze ed esplicativo di tutti i costi diretti ed indiretti. Se si decide di procedere, sarà necessario rispondere all’email dando conferma dell’accettazione del preventivo.
  3. Sarete richiamati dal tecnico e/o dal notaio per firmare la lettera d’incarico e per concordare l’invio della documentazione necessaria per lavorare la pratica.
  4.  Al termine della procedura di calcolo, il tecnico incaricato provvede a comunicarvi l’importo del corrispettivo di Affrancazione al cittadino il quale deve procedere al pagamento tramite il portale PagoPA:
    1. del corrispettivo di Affrancazione (o della sola prima rata per chi scegliere il pagamento rateizzato,clicca su questo link per maggiori informazioni) cosi come calcolato dal Tecnico
    2. dei diritti di istruttoria previsti dalla Deliberazione A.C. n. 116/2018, pari ad € 100,00.
  5. Il tecnico trasmette al Comune di Roma il fascicolo completo tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) allegando il fascicolo completo della relazione tecnica, la modulistica opportunamente compilata e le quietanze dei pagamenti precedentemente effettuati (questo processo si completa entro 30 giorni dalla consegna della documentazione nei casi standard)
  6. Il Comune ha facoltà di effettuare controlli e verifiche pratica consegnata e richiedere chiarimenti/integrazioni al tecnico ove necessario.
  7. Il Comune predispone lo schema di convenzione e convoca il cittadino ed il notaio per la stipula dell’atto (Ad oggi, non esistono dati per misurare i tempi del Comune che comunque si stima siano ovviamente più veloci rispetto alla procedura “normale”).

Cosa accade se ho già presentato una domanda di affrancazione con la procedura “normale” e ora voglio procedere con la Procedura Semplificata?

  • Nel modulo di domanda della procedura semplificata è necessario dichiarare di voler annullare la precedente istanza e sostituirla con quella nuova. Le due domande non possono quindi coesistere.
  • I diritti d’istruttoria pari a 100,00 euro non devono essere ripagata se sono già stati versati al comune per la precedente domanda sottomessa con la modalità “normale”

 

Precedente PARERE DEFINITIVO sede di CONSIGLIO DI STATO sul DM 151 Successivo Affrancazione e Trasformazione post DM 151, esempi di calcolo e scenari