Affrancazioni e Trasformazioni per il Comune di Roma, Nuova Delibera in arrivo…

Da fonti vicino al Quirinale…a no, scusate, dato il momento ci siamo fatti prendere la mano, dicevamo…da fonti vicine al Dipartimento di Urbanistica di Roma Capitale è trapelato che è attesa una nuova Delibera (ovviamente i tempi non sono ancora definiti ma indicati come “brevi”) la quale dovrebbe includere i seguenti punti:

Sembra invece che nessun chiarimento è arrivato ne arriverà dall’Avvocatura di Roma Capitale per quanto riguarda la necessità o meno di Affrancare (con un atto a Corrispettivo nullo) in caso di una convenzione in Diritto di Proprietà scaduta e che questa possibilità rimarrebbe una scelta cautelativa personale. Mentre alcuni comuni (di recente abbiamo citato il caso di Bergamo) non hanno problemi ad esprimersi sul punto (nessuna affrancazione è dovuta a convenzione scaduta), nel caso di Roma Capitale, visti soprattutto i drammatici trascorsi (leggi i “nullaosta” a vendere), non c’è intenzione di sbilanciarsi con alcuna interpretazione della normativa ma la scelta sarebbe demandata al Notaio ed al Cittadino.

 

Precedente Come Funziona l'Affrancazione/Trasformazione negli altri comuni Italiani ? Vediamo il Caso di Bergamo Successivo Convenzioni in proprietà (vecchie) senza data di scadenza