Atto Notarile Trasformazione diritto di Superficie (Esempio)

Esempio di atto notarile di Trasformazione che riguarda il PDZ Torrevecchia II. Negli art. 3 e 4 è scritto chiaramente che i vincoli decadono dopo i 20 anni dalla convenzione originaria ma per il comune di Roma, quello che c’è scritto in quest’atto ufficiale è un refuso !!!.

Qui il link (necessario un account Facebook per accedere al contenuto) : link


Aggiornamento 10/2020:

Nella presente DETERMINA DIRIGENZIALE(clicca qui per leggere) sono stati approvati i nuovi schemi delle Convenzioni di Affrancazione / Trasformazione che non sono ancora stati pubblicati dal Comune di Roma:

di approvare gli schemi di convenzione mediante i quali si potranno sottoscrivere gli atti in questione ed in particolare:
􀀀 allegato sub “D” – schema di convenzione da utilizzarsi per atti da stipulare posteriormente all’emanazione del Decreto del M.E.F. ma i cui valori del corrispettivo/canone siano già stati versati anteriormente all’emanazione del Decreto medesimo ed ove il Decreto stesso sia intervenuto nelle more della sola sottoscrizione convenzionale di affrancazione/rimozione; per tali casi è previsto un conguaglio entro 240 giorni dal rogito stesso in favore della parte che, avendone titolo, lo richiedesse;
􀀀 allegato sub “E” – schema di convenzione da utilizzarsi per atti da stipulare posteriormente all’emanazione del Decreto del M.E.F. ove conseguentemente i valori del corrispettivo/canone, saranno definitivi in quanto calcolati conformemente anche ai contenuti del Decreto medesimo; per tali casi non è più previsto un conguaglio relativamente al canone di affrancazione/rimozione;
􀀀 allegato sub “F” – schema di convenzione da utilizzarsi per atti da stipulare portanti congiuntamente sia la trasformazione del diritto di superficie in diritto di piena proprietà sia la rimozione dei vincoli convenzionali del prezzo massimo di cessione, nonché del canone massimo di locazione, da stipularsi posteriormente all’emanazione del Decreto del M.E.F., ma i cui valori del corrispettivo/canone per la rimozione/affrancazione siano già stati versati anteriormente all’emanazione del decreto medesimo ed ove il Decreto stesso sia intervenuto nelle more della sola sottoscrizione convenzionale; per tali casi è previsto un conguaglio entro 240 giorni dal rogito stesso in favore della parte che, avendone titolo, lo richiedesse;
􀀀 allegato sub “G” – schema di convenzione da utilizzarsi per atti da stipulare portanti congiuntamente sia la trasformazione del diritto di superficie in diritto di piena proprietà sia la rimozione dei vincoli convenzionali del prezzo massimo di cessione nonché del canone massimo di locazione, da stipularsi posteriormente all’emanazione del Decreto del M.E.F. ed ove i valori del corrispettivo/canone dell’affrancazione, in quanto calcolati in via definitiva conformemente anche ai contenuti del Decreto medesimo; per tali casi non è più previsto un conguaglio relativamente al canone di affrancazione/rimozione;

Precedente Il servizio di Rai News 24 sui Piani di Zona Roma e le prossime azioni legali Successivo Incontro soggetti coinvolti nelle problematiche dei Piani di Zona - 16 marzo 2016